NUOVO TRAGUARDO RAGGIUNTO CON LA FIRMA APPOSTA AL CONTRATTO DA CONFINTESA E CONAPI NAZIONALE CHE REGOLA ED INTRODUCE NUOVE FIGURE PROFESSIONALI IN TEMA DI SICUREZZA E VIGILANZA ARMATA E NON ARMATA.

ROMA

Grande soddisfazione da parte del Segretario Generale, Francesco Prudenzano e il Presidente di Co.N.A.P.I. Nazionale, Basilio Minichiello per aver apposto la firma ad nuovo   un contratto, che per il contenuto e per il settore disciplinato, è stato considerato complesso. Grazie all’attività sinergica e di rete portata avanti da un’equipe di validissimi professionisti, è stato raggiunto un eccellente risultato. Si tratta di un contratto articolato per la costituzione del quale, sono stati studiati nei minimi dettagli ed individuati, tutti gli elementi tecnici inseriti poi nello strumento che dovrà disciplinare un settore articolato come quello della vigilanza privata sia armata che non armata con i servizi che essa offre. Allo stesso modo, sono state introdotte norme ad hoc per regolamentare e disciplinare l’introduzione di nuove figure professionali tenendo conto di una serie di elementi che vanno dalla sicurezza privata alla privacy e servizi fiduciari. Tante le novità´, soprattutto l´ idea secondo cui le organizzazioni cosiddette autonome, andassero a realizzare accordi di “dumping” contrattuale vale a dire sulla incontrollata proliferazione dei contratti collettivi idea abbondantemente superata. Pertanto è stato sottoscritto un contratto dove le quote minime sono state innalzate con il quale si dimostra come nel contempo anche le aziende ed i datori di lavoro sono sempre più disponibili verso il capitale umano, considerandolo parte integrante di una logica di mercato di lavoro che va evolvendosi e cambiando pelle. In ultimo, la firma al nuovo contratto, dà una risposta anche a chi, nell’ambito del salario minimo, e ‘caduto in contraddizione nel momento in cui mentre chiedeva l’applicazione del salario minimo per legge al di sotto delle 9 euro, sottoscriveva altri accordi. In questa ottica, Co.N.A.P.I. Nazionale, ha immediatamente posto un freno a tale sciacallaggio diventato anche mediatico e ha invertito la marcia, puntando con coraggio ad un accordo con un valore economico al lavoro prestato, ancora più alto rispetto a quello che avrebbe potuto stabilire la legge. Su questo punto, il Presidente di Co.N.A.P.I. Nazionale, Basilio Minichiello, resta fermo e determinato a raggiungere altri risultati anche in altri settori ed ambiti lavorativi.